CASIER – VALDOBBIADENE (57-40) – PROMOZIONE MASCHILE

Progressivo 14-11, 28-17, 40-28
ARBITRI: Pietrobon e Cenedese.

VALDOBBIADENE: Stramare 2, Rossetto 3, Tosi, Caponnetto 8, Feltrin 6, Mazzocato (K), Buziol 2, Pieri 2, Santos 11, Prosdocimo 6, Castellan. All.re Binotto F. , vice all.re Stramare.
TL: 3/8 T2: 17/41 T3: 1/17.

CASIER: Zanato 4, Di Maio 3, Doimo (K) 8, Giomo 11, Tonon 6, Caldato 13, Alfier 1, Marchetto 4, Rigo 5, Chiarotto 2, Zubcu. All.re Baseggio, vice all.re Brazzale..
TL: 10/15 T2: 19/37 T3: 3/13.

Dopo la sofferta vittoria tra le mura amiche di lunedì sera, ci ritroviamo dopo quattro giorni ad affrontare la trasferta sul campo di Casier, con un Vanzin in meno ma con il rientrante Castellan, che esce ufficialmente dalla injury list e fa il suo esordio stagionale. Giomo (classe 75’), Caldato e Marchetto ci fanno capire fin da subito che aria tira mettendo a segno i 14 punti del primo quarto; nonostante la nostra classica partenza a rilento (parziale di 8 a 1 dopo quattro minuti) riusciamo a chiudere in svantaggio di un solo possesso. Nel secondo quarto subiamo sia fisicamente che mentalmente i nostri avversari, Coach Binotto ruota 10/11 della squadra nel tentativo di dare la scossa ma attacchiamo con poca convinzione la zona avversaria, la circolazione di palla non è fluida (3 su 13 dal campo e 0 su 2 dalla lunetta la nostra produzione offensiva) mentre le maglie della nostra difesa sono tutto fuorché impenetrabili. Al rientro dall’intervallo Santos tenta di scuotere i compagni ed almeno inizialmente ci riesce, ma alla lunga torniamo a subire la fisicità dei padroni di casa. Nell’ultima frazione due triple degli avversari fanno scorrere i titoli di coda sulla partita e rientriamo verso casa apprendendo che San Vendemiano ci riaggancia in classifica (grazie alla vittoria a Belluno) mentre A. M. La Torre ed Annia insidiano il nostro quarto posto (rispettivamente vittoriose a Ponte Della Priula e  Caerano).

L’impegno di inizio settimana con Hesperia ha probabilmente lasciato delle scorie che non siamo riusciti a smaltire; ci sarà da lavorare per tornare al meglio fisicamente e prepararci, soprattutto con un atteggiamento diverso, alla trasferta a Ponte Di Piave che un paio di settimane fa ha sfiorato la vittoria con Nervesa tra le mura amiche.