VALDOBBIADENE – POL. DIL. ANNIA (62-37) – PROMOZIONE MASCHILE

Progressivo 8-0, 31-15, 48-25
ARBITRI: Stabile M. e Reato M.

VALDOBBIADENE: Stramare, Rossetto 8, Tosi 14, Caponnetto, Feltrin 12, Mazzocato (K) 4, Pieri 7, Santos 4, Prosdocimo 6, Buziol 7, Rizzardo. All.re Binotto F. , vice all.re Stramare.
TL: 16/23 T2: 17/38 T3: 4/24.

POL. DIL. ANNIA: Pagotto, Tuzia (K), Codato, Franzoso, Lazzarin 3, Marchesin, Russo 8, De Pieri 8, Stocco 4, Bincoletto 4, De Lazzari 10. All.re Favaretto, vice all.re Vitale.
TL: 8/11 T2: 10/31 T3: 3/12. Tecnico: Russo, De Pieri, panchina Annia, Stocco (2).

Una nostra vittoria ci permetterebbe di sopravanzare Rucker, sconfitta nello scontro con Hesperia, e guadagnare la terza posizione temporanea alle spalle di Ponte Della Priula e Nervesa. Una vittoria per Annia significherebbe agganciare noi e Rucker. Un primo quarto contratto per entrambe le squadre, come si evince dal punteggio parziale, dove è Valdo a commettere meno errori. Il lungo ospite De Lazzari, spalleggiato da Russo, rompe gli indugi nel secondo quarto mettendo a segno 13 dei 15 punti ospiti. I nostri rispondono con buone percentuali nel pitturato (5/10) e dalla lunetta (5/6) ma avare dalla medio lunga distanza (3/10). Nella terza frazione a  raddrizzare le percentuali dall’arco ci pensa Pieri, che su due scarichi di Santos realizza dall’angolo, vanificando la difesa a zona avversaria che ci stava dando più di qualche grattacapo dato che le nostre conclusioni dalla distanza vengono impietosamente respinte. Il parziale guadagnato permette a Coach Binotto di schierare un quintetto ad alto tasso “millennials”, che fatica non poco a causa dell’efficace difesa tutto campo di Annia, decisa a tentare il tutto per tutto nel tentativo di rientrare. Proprio quando l’inerzia sembra girare a favore degli ospiti una contestazione di troppo su un fischio arbitrale scatena un effetto domino che li vede sanzionati con una serie di falli tecnici, due dei quali costano l’espulsione al lungo Stocco. La situazione si fa incandescente e serve qualche minuto perché si riprenda a giocare; nei minuti finali i nostri giovani trovano le giuste contromisure al press avversario e centrano una manciata di canestri necessari per chiudere in sicurezza.

Aggancio al terzo posto riuscito: siamo a sole due lunghezze dalle capoliste Nervesa e Priula. Contro quest’ultima ci scontreremo nel prossimo turno di campionato; in settimana dovremo aggiustare la mira dalla lunga distanza per avere qualche chance in più di espugnare un campo dove solo Nervesa è riuscita a fare risultato.