Prima Divisione prima metà stagione

La pausa natalizia dal campionato offre l’occasione per stilare un bilancio parziale della prima parte di
stagione della Prima Divisione.
Lo score attuale recita 2-8, per chi masticasse poca pallacanestro si traduce in 2 vittorie e 8 sconfitte in 10
partite: bottino piuttosto magro.
Non saltiamo però a conclusioni avventate.
Nuovo anno, nuova squadra. Ai ’98-’99, già insieme l’anno precedente per il campionato U20, si
aggiungono i 2000. La rosa conta 14 giocatori e sembra avere tutte le carte in regola per disputare una
buon campionato.
Vuoi mettere l’inesperienza in alcune situazioni chiave del gioco (stiamo comunque parlando di un
campionato Senior), vuoi mettere l’esser stati “polli” in quasi tutte le partite, sprecando vantaggi a volte
anche importanti, mettiamoci dentro anche qualche fischio sfavorevole -la critica all’arbitro non puoi mai
mancare- il risultato è che la squadra fa registrare un’incredibile serie di 8 sconfitte consecutive (otto!).
I numeri però non mentono: 54.7 punti segnati a partita contro i 58.3 concessi agli avversari, in media uno
scarto di 3.7 punti, ed un quoziente realizzativo di 0.94 (ogni punto subito, la squadra ne realizza 0.94). Così
vicini ma così lontani dal referto rosa.
Le ultime due partite portano alle vittorie tanto attese, la prima in scioltezza con un bel +35 che ha fatto
bene al morale, l’altra giocata su buoni ritmi e condotta fino al +13 finale.
Fin qui è stato però trascurato un piccolo grande particolare.
La rosa si è vista assottigliarsi pericolosamente nel corso della stagione: 3 infortuni più o meno lunghi, chi
impegnato con la scuola guida, chi per altri motivi momentaneamente in pausa hanno portato a ridurre i
giocatori disponibili per allenamento a 8, a volte 7, addirittura a volte solo in 5.
Ciò si è tradotto nell’impossibilità di provare i giochi a difesa schierata, ma soprattutto di correre con
quell’intensità che permetterebbe di trovare il ritmo partita e la sintonia dei movimenti in campo.
Confidiamo quindi nell’anno nuovo per recuperare gli acciaccati e chiediamo a Babbo Natale qualche
patente sotto l’albero, in modo tale da riprendere la stagione a pieno regime per rincorrere risultati che più
si addicono a questa squadra di compagni dentro la palestra e amici fuori.
Monster Allergy!