BASKET LAB U16 – CALORFLEX P.TE PIAVE (56-50)

Basket Lab: Vialetto 7, Susan 4, Casagrande, Di Gioia, Donadel 2, De Bortoli 12, Tuguluschii 7, Vendramin 2, Fabbris 13, Daniel 7, Altin 2. All.ri De Bortoli, Mischiatti.
 
Ponte di Piave: Vendrame 4, Tadiotto 5, Nespolo 10, Nuzzolese, Canova 1, Tasco 13, Sellan, Bertaccin 10, Pasquali 3, Mondello 1, Lunardelli 3. All.re Santin.
 
In una bellissima, assolata e freddissima domenica si è giocata una delle partite fondamentali del campionato di nostri Under 16, lo scontro diretto per il terzo posto contro gli amici di Ponte di Piave.
Purtroppo, pur suonando la settima (partita consecutiva vinta dai nostri ragazzi), non sono riusciti a ribaltare il pesante divario subito nella prima di andata del campionato, un meno venticinque punti che grida allo scandalo vedendo i valori delle due squadre di ieri ma che purtroppo è la routine negli inizi di campionato.
Ma inutile recriminare, ieri le due squadre hanno giocato alla pari per quattro frazioni di gioco vincendo alternativamente due quarti a testa dunque bravi ad entrambi i team che ieri si sono affrontati in campo.
Il primo quarto vede subito un’accelerata dei giocatori avversari immediatamente rimpinguata dai nostri che, pur rischiando qualche fallo in più, attuano una difesa aggressiva che li premia con palloni recuperati e facili canestri in contropiede.
Sono le difese a farla da padrone anche nel secondo quarto mettendo in difficolta alternativamente gli avversari in campo; entrambe le formazioni sbagliano l’inverosimile da sotto e alla fine si va all’intervallo con la squadra di casa in vantaggio di soli tre punti: 31 a 28.
La ripresa vede i nostri ragazzi provare il tutto per tutto nel tentativo di staccare definitivamente gli avversari  e recuperare il divario della partita di andata e si piazzano in zona; la cosa paga difensivamente facendo segnare solo sette punti nel quarto alla squadra di fronte, ma la stessa concentrazione non si utilizza in attacco dove ancora troppi errori condizionano il risultato; nonostante le numerose palle perse a metà campo, nonostante i continui errori da dentro l’area pitturata, nonostante la mancanza di utilizzo del gioco organizzato il quarto finisce in vantaggio di 10 punti, massimo vantaggio per i nostri.
L’ultimo quarto è influenzato dalla stanchezza di entrambe le formazioni che hanno comunque dato tutto e gli errori su entrambi i lati si vedono sempre più frequenti. Gli avversari, grazie soprattutto a inopinabili palle perse prima della metà campo frutto della loro difesa aggressiva a  tutto campo, riescono ad arrivare fino a meno tre (48 a 45) con il nostro play di ruolo (Fabbris) fuori per cinque falli. In quel momento reazione di carattere dei nostri ragazzi in campo, sostenuti da una panchina mai doma, fa si che si riallunghi con due tiri liberi fondamentali di Susan e un palla recuperata modello Lupin III e contropiede realizzato di un Tugulischii non proprio in forma ma sempre scaltro in queste situazioni.
Alla fine la partita finisce con la meritata vittoria dei nostri di fronte ad una squadra ben preparata che non avrebbe fatto gridare allo scandalo se avesse violato il parquet del Palapace.
Ora di nuovo al lavoro, il campionato è lungo e già sabato prossimo ci aspetta una partiti difficile in trasferta in quel della fredda Belluno.